Carciofi dell’Adele ripieni

carciofo

Questi carciofi vengono chiamati “dell’Adele” per un motivo molto semplice. Li ha sempre fatti la mia mamma, una donna con poco tempo a disposizione, senza una vera scuola di cucina alle spalle, ma preparatrice di grandi piatti tradizionali di un gusto davvero unico. E’ a lei che ho rubato la ricetta di questo contorno speciale, che risveglia in me i profumi ed i ricordi di una vita. Per prima cosa i carciofi. Quelli che uso sono quelli con le spine, conosciuti anche come gli spinosi di Albenga. Sono molto buoni, “carnosi” e pieni di sostanza. Così come i violetti di toscana, privi però di spine.

La ricetta prevede la realizzazione di una farcitura per il riempimento dei carciofi. Vediamo cosa ci serve:

  • Carciofi
  • Pane Grattugiato
  • Aglio
  • Parmigiano Reggiano
  • Prezzemolo
  • Sale
  • Pepe

Veniamo alla preparazione della ricetta. Su un tagliere lavorate  i carciofi eliminando le spine, e passateli sotto l’acqua corrente per spurgarli e pulirli nella migliore maniera possibile. Fate asciugare i carciofi, girandoli e facendoli scolare. Nel frattempo preparate la farcitura. In una ciotola inserite e mescolate il pane grattugiato,il formaggio parmigiano reggiano, l’aglio ed il prezzemolo tritati finemente, sale e pepe.

Una volta asciugati i carciofi picchiateli senza esagerare sul piano di lavoro – dalla parte delle spine tagliate – per aprire il più possibile gli stessi. Riempiteli con la farcitura e poneteli in una casseruola con acqua salata. E’ importante segnalare che l’acqua non deve mai superare i 3/4 dell’altezza totale dei carciofi.

Passate un filo di olio extra vergine di oliva sopra ogni carciofo e coprite la casseruola con un coperchio adeguato.

Cuocete a fuoco medio per circa 30 minuti. Se dovesse esaurisrsi l’acqua potete aggiungerla stando molto attenti a non bagnare direttamente l’interno dei carciofi.

Potete a questo punto assaggiare le foglie esterne, per verificare che la cottura sia adeguata. Potete eventualmente prolungare la cottura di qualche minuto. A questo punto basterà servirli e gustare questa strepitosa preparazione.

Gustosi saluti

Un pensiero

  1. Ciao Alessandra,mi dispiace per l’incidente dotcemiso/contrattempo qualunque esso sia, spero che si risolva tutto al pif9 presto!Se puf2 esserti di qualche consolazione, l’anno scorso, una settimana prima del mio matrimonio, ho avuto un incidente in cui hanno distrutto la mia povera (ex) macchinina fortunatamente non mi sono fatta niente di grave, ma e8 stato un contrattempo che non ci sarebbe voluto!Nonostante questo e8 andato tutto a meraviglia e, anche se avrei preferito evitare, alla fine e8 andato tutto bene . Vedrai che si risolvere0 tutto anche nel tuo caso, ne sono sicura! Ma parlando d’altro queste torte sono bellissime! Grazie per l’assaggio virtuale :-) Concordo con te per il no al liquore, anch’io preferisco gusti pif9 semplici!In bocca al lupo per tutto e aggiornarci con le novite0 matrimoniali!A presto e buon weekend,Laura

Rispondi